Facebook, così come gli altri social media, può essere un posto piuttosto pericoloso per i bambini e gli adolescenti.

Da pochi giorni, però, il social media ha lanciato un portale per gli adolescenti che “contiene suggerimenti generali, consigli di esperti, informazioni su privacy e sicurezza e quant’altro possa aiutarti a vivere un’esperienza fantastica su Facebook. È anche uno spazio in cui puoi scoprire cosa pensano effettivamente i tuoi coetanei sui temi importanti per loro online“.

In pratica, in questa sezione del social media si trovano le nozioni di base che tutti gli utenti di Facebook (non solo i giovani) dovrebbero conoscere, tra cui gli strumenti per la tutela della privacy (come l’autenticazione a due fattori e l’utilizzo di password complesse), nonché suggerimenti su come individuare le truffe. Il portale, però, distribuisce anche consigli per gli adolescenti e contiene informazioni su come Facebook utilizza i dati con lo scopo di migliorare i propri servizi e capire quali annunci mostrare.

In questo portale, ad esempio, Facebook consiglia ai giovani di utenti di pensare per almeno cinque secondi prima di pubblicare un contenuto e spiega anche come condivide i dati dei profili privati con ricercatori, venditori, inserzionisti e forze dell’ordine (in caso di richieste da parte delle autorità). I dati, precisa il social media di Mark Zuckerberg, non vende né contenuti né dati: “Non l’abbiamo mai fatto e non lo faremo mai. Sarai tu l’unico proprietario di foto e video“, precisa il sito.

 

Facebook ha spiegato di aver parlato con adolescenti di Regno Unito, Stati Uniti, Italia e Brasile per realizzare il portale e che in futuro terrà più tavole rotonde per dialogare con i suoi utenti più giovani. Il portale per i giovani è ora disponibile in 60 lingue. Per visionarlo cliccate qui.